RUSSIA: “Il Pentagono trasferisce la ricerca dei biolaboratori in Ucraina altrove”

Secondo il tenente generale Igor Kirillov, comandante delle truppe russe per la protezione nucleare, biologica e chimica, il Pentagono starebbe trasferendo i biolaboratori militari in Ucraini, insieme alle ricerche in essi praticate, in altri Paesi dell’Asia centrale e dell’Europa orientali. Kirillov sostiene inoltre che, oltre al figlio dell’attuale presidente degli Stati Uniti, sarebbero coinvolti in tali ricerche elementi di primissimo livello dell’establishment statunitense, inclusi membri dei CDC, del National Institutes of Health e molti altri. Apparentemente, tutti uniti dal fatto di essere membri del partito democratico.

Il comandante delle truppe russe per la protezione nucleare, biologica e chimica, tenetnet generale Ivan Kirillov (Foto: Tass)

Articolo originale: “Pentagon transferring biolab research in Ukraine elsewhere: Russia”, Al Mayadeen English, 24 dicembre 2022


Il comandante delle truppe russe per la protezione nucleare, biologica e chimica, il tenente generale Igor Kirillov, ha confermato durante la 9a conferenza di revisione della convenzione sulle armi biologiche che il Pentagono degli Stati Uniti sta trasferendo la ricerca militare-biologica in Ucraina all’Asia centrale e all’Europa orientale.

“Secondo le informazioni disponibili, il Pentagono sta trasferendo attivamente studi che non sono stati completati nell’ambito di progetti ucraini ai paesi dell’Asia centrale e dell’Europa orientale. Allo stesso tempo, il Dipartimento della difesa degli Stati Uniti sta aumentando la sua cooperazione con stati dell’Africa e la regione Asia-Pacifico (Kenya, Cambogia, Singapore, Tailandia). Gli stati che possiedono già laboratori con un elevato livello di isolamento biologico sono di particolare interesse per il dipartimento militare americano”, ha detto.

Il rapporto del Dipartimento della Difesa sulla riduzione delle minacce biologiche

Kirillov ha anche confermato che il Ministero della Difesa russo ha avuto accesso al rapporto del Dipartimento della Difesa degli Stati Uniti sulle attività del programma di riduzione della minaccia biologica in Ucraina, a cui partecipano diversi istituti di ricerca biologica ucraini e tre appaltatori del Pentagono.

“In precedenza abbiamo citato il rapporto della Defense Threat Reduction Agency sulle attività in Ucraina, pubblicato da un’organizzazione non governativa americana. Il Pentagono ha sottoposto il documento a una seria censura, rimuovendo completamente circa l’80% delle informazioni. Una versione ampliata di questo rapporto è a disposizione del Ministero della Difesa russo e rivela i nomi e le posizioni di specialisti e responsabili di progetti biologici, un elenco dei laboratori coinvolti, nonché fatti che confermano lo svolgimento di esercitazioni e addestramento con agenti patogeni di infezioni particolarmente pericolose”, ha riferito. 

Il rapporto contiene i dati personali di trenta dipendenti di laboratorio e sette dirigenti del Dipartimento della Difesa degli Stati Uniti.

All’inizio di settembre, Kirillov ha avvertito che gli Stati Uniti stanno progettando il trasferimento dei loro programmi di ricerca biologica dall’Ucraina alle repubbliche post-sovietiche, così come agli Stati baltici e dell’Europa orientale. “Il Pentagono è pronto a trasferire a breve i programmi incompiuti in Ucraina in altri stati post-sovietici, nonché in stati dell’Europa orientale, come la Bulgaria, la Repubblica ceca e gli stati baltici”, ha affermato Kirillov.

Una settimana dopo, il portavoce del Dipartimento di Stato americano Ned Price ha continuato a respingere le affermazioni della Russia sullo sviluppo di armi biologiche da parte di Washington in Ucraina , sostenendo che le accuse della Russia facevano parte della “campagna di disinformazione in corso” di Mosca e un tentativo di “diffamare la cooperazione pacifica degli Stati Uniti con l’Ucraina”. 

Nuovi partecipanti di primo livello al bioprogramma militare 

Il ministero della Difesa russo ha anche menzionato nuovi partecipanti di alto rango al programma biologico militare in Ucraina, inclusi ex capi delle strutture del Dipartimento della salute degli Stati Uniti, ha detto venerdì Kirillov.

“In precedenza, abbiamo presentato documenti che confermano la partecipazione di Hunter Biden e della sua Rosemont Seneca Foundation, nonché di altre strutture controllate dal Partito Democratico degli Stati Uniti nel finanziamento dei principali appaltatori del Pentagono che operano in Ucraina. È stato dimostrato che il figlio dell’attuale presidente degli Stati Uniti [Joe Biden], Hunter Biden, è profondamente coinvolto nel finanziamento della società Metabiota controllata dal Ministero della Difesa degli Stati Uniti”, ha detto Kirillov.

Alcuni partecipanti a progetti chiusi, tuttavia, rimangono nascosti anche se rappresentano le figure principali del programma biologico dell’Ucraina .

“Tra loro ci sono l’ex direttore della Defense Threat Reduction Agency Kenneth Myers, il vicepresidente esecutivo del fondo di rischio In-Q-Tel controllato dalla CIA Tara O’Toole, l’ex capo dei Centri statunitensi per il controllo e la prevenzione delle malattie Thomas Frieden, l’ex direttore del National Institutes of Health Francis Collins, l’ex amministratore delegato del Battelle Memorial Institute Jeffrey Wadsworth, il capo ricercatore e presidente del Dipartimento di ricerca internazionale, sviluppo e medicina di Pfizer e molti altri”, ha rivelato Kirillov.

E poi il colpo ad effetto: tutti i suddetti individui sono associati al Partito Democratico degli Stati Uniti.

È interessante notare che a marzo, il portavoce del ministero della Difesa, il maggiore generale Igor Konashenkov, ha rivelato che Kiev starebbe nascondendo con urgenza le tracce di un programma biologico militare svolto in Ucraina e finanziato dal Pentagono. Konashenkov ha detto ai giornalisti che “durante l’operazione militare speciale, [la Russia] ha rivelato i fatti di una pulizia urgente da parte del regime di Kiev di tracce di un programma biologico militare in corso di attuazione in Ucraina, finanziato dal Ministero della Difesa degli Stati Uniti”.

Condividi!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *