IL PUNTO DI VISTA DEI RUSSI

Che cosa pensano i russi di questa situazione? Come vedono la guerra in Ucraina? Che cosa temono? Che cosa si augurano? Qual è la loro opinione di Vladimir Putin? Quello che segue è il post che un utente russo, di professione ingegnere tecnologico, esponente della classe media, ha postato in un forum in risposta a un collega europeo. Naturalmente, non ha la presunzione di riassumere l’opinione e i sentimenti di un paese immenso, con 145 milioni di abitanti, etnie e culture diverse. Ma, forse, può aiutare a dare un’idea di quello che si pensa dall’altra parte della barricata in un momento drammatico come questo, in cui l’isteria collettiva e il fanatismo russofobo dilagano sempre più nella nostra società.

Cercherò di spiegare la visione di molti russi sulla situazione. Non posso dire che abbiano ragione, sto solo cercando di spiegare. Vi aiuterà a capire.

La NATO ha accresciuto potere e capacità dei popoli occidentali più vicini ai nostri confini. I russi pensano: “Ok, perché lo fanno? Difesa? La Russia non ha minacciato nessuno. Per cosa allora? Ci sono stati molti negoziati tra Putin e UE, USA, NATO. Praticamente ogni anno”.

Putin ha sempre sostenuto che è inaccettabile che così tanti eserciti siano sempre più vicini ai nostri confini. Sono stati realizzati nuovi aeroporti militari statunitensi, dove sono stati portati molti sistemi di artiglieria e difesa aerea. E quali risposte ha ricevuto Putin? Niente. Nel contempo continuavano ad affluire in quelle zone sempre più militari. Forse è solo per difesa. Ma, ancora una volta, perché così tanti? Non c’era una ragione per un tale dispiegamento.

Attualmente leggo ogni giorno da persone straniere che la Russia distruggerà l’Ucraina, poi andrà in Moldova, Lituania e altri paesi. Le persone hanno paura, lo capisco. Ma posso dire che non sarà così. Il conflitto tra Russia e Ucraina è stato sorprendentemente enorme e io non appoggio ciò che fa Putin. Ma durante la guerra penso di aver iniziato a capire meglio il suo obiettivo e le sue motivazioni. Per me non può essere accettabile, ma [lui] ha perso una guerra diplomatica contro gli Stati Uniti e ora sta facendo del suo meglio, cercando di risolvere i suoi problemi manu militari

La gente dice che la Russia può soltanto perdere tutto in questa guerra e noi abbiamo già perso tutto. Ma penso, solo ieri o oggi sono arrivato a capirlo, che la questione non è così semplice. In realtà [Putin] può ancora raggiungere i suoi obiettivi e il russo può ottenere un vantaggio a lungo termine. 

Ho analizzato meglio la situazione negli ultimi giorni e non sembra così male per la Russia rispetto a quanto pensassi prima. Forse Putin è pazzo, arrogante, senza cuore per alcuni aspetti. Ma è molto più intelligente di quanto la gente pensi. Ed è molto duro nelle sue decisioni. Mi preoccupa molto il fatto che abbia accettato molti omicidi per ottenere ciò che vuole, ma credo che abbia calcolato tutto. E posso dire che non ha alcun interesse ad attaccare Moldova, Lituania e altri. Entrambi i paesi hanno avuto pochi problemi con la Russia. La Lituania fa i propri affari, forse la Russia non è d’accordo con tutte le sue posizioni, ma la Lituania come governo è abbastanza equo con noi. La Moldova ha migliorato molto l’amicizia con la Russia negli ultimi anni e questo è importante. Quindi, nel complesso, attualmente le persone in Europa hanno paura che la Russia li attacchi, ma posso dire che al momento non ci sono pericoli reali che ciò accada.

Se la Russia avrà successo in Ucraina, allora la guerra “calda” sarà fermata. Ma la stessa situazione vale dall’altra parte. Il popolo russo teme che infatti la NATO attacchi la Russia. Puoi ribattere che è impossibile, e probabilmente lo è. Ma per te è chiaro, quanto per me lo è che la Russia non attaccherà la Moldavia ecc. 

Ora, perché i russi pensano così? La NATO è un’unione difensiva. Ma è controllata dall’UE e principalmente dagli USA. E la politica è una cosa molto sporca. Ed è troppo facile implementare il concetto di “difesa”, poiché è molto utile. Ad esempio, gli USA hanno bombardato Siria, Iraq, Iran per motivi difensivi, come hanno detto. Ed è troppo facile rimuovere alcune strutture della NATO e trasferirle ad un normale esercito americano. È troppo facile da fare ed è impossibile fidarsi di qualcuno al momento. Personalmente credo che tutti questi movimenti della NATO siano stati creati perché la Russia ne avvertisse la pressione. Forse per provocazione. Che è riuscita, tutta questa sua attività ha avuto successo. Tranne che per la guerra in Ucraina.

Gli anni ’90 sono stati tempi molto difficili per la Russia. Onestamente, siamo arrivati al punto massimo della corruzione e della criminalità. Il governo era un terribile ladro, molto peggio di quanto non lo sia adesso. Quasi tutti coloro che sono cresciuti come uomini d’affari erano di provenienza criminale. Ci sono state molte violenze e omicidi. La situazione era molto pericolosa e alla fine Eltsin ha capito che non ce la faceva a gestirla. Ha capito che doveva essere sostituito e sono contento di questo. Quanti presidenti hanno lasciato la loro posizione solo perché hanno capito che non potevano assolvere ai loro compiti con successo? Eltsin sì, perché era intelligente. In realtà, c’erano due persone che avrebbero potuto sostituirlo. Il primo era Nemtsov, un uomo con un pensiero critico, molto, molto intelligente e con una straordinaria capacità diplomatica. Ma, in quel momento, era impossibile trattare con i criminali. E i problemi sul piano internazionale erano molto meno di quelli da affrontare sul fronte interno. Perciò, Eltsin scelse Putin, un ex agente del KGB, capace di lavorare sodo e rimettere tutti al loro posto. Non ho votato per nessuno dei candidati nelle elezioni che Putin ha vinto la prima volta. Ma dopo il suo primo mandato ho votato per lui. Come mai? Perché stava portando l’ordine in Russia. In questo senso, ha ottenuto risultati sorprendenti. Forse usa ancora tutto il suo potere per ottenere ciò che vuole, e lo puoi vedere in Ucraina. Ma nel corso degli anni qui ha svolto un lavoro straordinario. La Russia è cambiata. La corruzione è ancora alta, ma molto meno di prima. Forse non c’era nulla che potesse migliorare il livello di vita reale dei russi, ma intanto ha posto un freno alla massiccia criminalità. Prima, anche se fossi andato in strada con i miei 5 amici, non potevo essere sicuro della mia incolumità. Molte persone perbene venivano uccise perché bersaglio di criminali di strada. Ora invece posso camminare tutta la notte anche in luoghi molto oscuri, sicuro che tutto andrà bene. Puoi capire che questo era molto importante per noi. 

Questo, forse, è un punto di partenza del futuro russo. La maggior parte delle migliori imprese russe che sono state create durante la presidenza Putin erano sicure che i loro direttori non sarebbero stati uccisi e le loro attività non sarebbero andate in pezzi.

Passando alle sanzioni ed al nostro isolamento, anch’io ho avuto la sensazione che siamo stati tagliati fuori dal mondo fino a qualche giorno fa, ma ora ho cambiato idea. Provo a spiegarmi brevemente e penso che mi capirai.

La Russia ha molti uomini d’affari seri. Ma tutti sanno che è molto meglio investire nei settori UE/USA, molto più profittevoli. Ma con queste sanzioni la situazione è cambiata. La maggior parte di loro non può già più lavorare per/con l’Europa, i cui mercati sono bloccati da ora. E lo stesso vale per prodotti/tecnologie, non possiamo comprarle più. Non possiamo usare merci estere, siamo isolati.
Ciò però rende la Russia un luogo molto prospettico in cui investire. Mi aspetto cambieranno tante cose molto rapidamente. Le sanzioni sono dannose a breve termine, molte aziende saranno distrutte, molte persone perderanno il lavoro. Sono sicuro che ci saranno milioni di persone della classe media qui che da ora saranno costrette a sopravvivere. Ma, allo stesso tempo, i grandi operatori economici stanno tornando in Russia. Cercheranno di trovare il loro posto qui e ora, perciò abbiamo un enorme margine di miglioramento. 

Intravedo ottime prospettive. Immagino che gli USA e l’UE cercheranno di fare qualcosa contro di loro, ma, se ci isolano, sarà quasi impossibile farlo. Quindi può esserci una Russia 2.0. Possiamo risollevarci, abbiamo tutte le risorse, soprattutto nel settore IT, come nella produzione. Ho lavorato in [omissis] e ora lavoro come ingegnere IT in diversi settori. Vedo molti giovani molto intelligenti.

E credo che Putin abbia calcolato tutto. È sicuro che possiamo rendere reale questo miglioramento. Ci vorranno molti anni e i primi a venire saranno sicuramente molto difficili per i russi. Ma, attualmente, non mi aspetto che sia così male come pensavo prima.

Il business ha fatto passi avanti giganteschi in tutto il mondo negli ultimi anni. Le aziende sanno cosa serve per massimizzare i loro profitti, facendo in modo che anche i sindacati possano ottenere gli obiettivi migliori per le maestranze. E se, per avventura, tra 5-10 anni poche aziende russe si affermeranno ai massimi livelli mondiali, allora sicuramente le grandi aziende UE/USA cercheranno di collaborare con loro, e le persone UE/USA saranno felici di utilizzare i nostri prodotti (ovviamente dopo aver tolto molte sanzioni, e ci si arriverà, a nessuno interessa andare troppo oltre con i boicottaggi). E quel giorno gli europei capiranno che la Russia non è un brutto paese e che i russi non sono così pazzi e aggressivi. E poi posso dire che i giovani russi sono diversi, molto più simili agli europei rispetto agli anziani di questo paese. La generazione della mia età e ancora più quella più giovane sono diverse. Abbiamo studiato avendo dati più completi, siamo in grado di analizzare le cose. Il popolo russo medio non ha grande spessore intellettuale, ma disponiamo di molti futuri grandi leader, lo vedo. Anche se Putin resterà qui a lungo, la Russia sarà diversa, è impossibile fermarsi. E Putin non vuole fermare questo processo. Quindi, tra 10 anni capirai che non siamo persone cattive. Le persone non avranno nulla a che fare con quelle che 10-15 anni prima avevano invaso l’Ucraina.

Tutto quello che ho scritto sopra è uno scenario positivo per la Russia. Credo che possiamo rialzarci. Ora dipende da noi stessi. Abbiamo tutte le risorse. In realtà, tutto può non essere così buono, o addirittura fallire. L’incognita per noi restano gli Stati Uniti. Odio il governo degli Stati Uniti, perché fa cose spaventose e non si ferma se vuole ottenerne un beneficio. Certo, Putin cerca di fare lo stesso, ma il livello diplomatico degli USA è il più forte al mondo. E Gli USA ricevono il supporto delle persone, perché si preoccupano davvero dei cittadini statunitensi. Fattore molto importante, questo, perché stimola un alto livello di autocoscienza pubblica. E questo è stato sempre il punto più debole della Russia fino ad oggi.

In questo senso, anche Putin deve aiutare i nostri affari e le persone normali a sopravvivere. Se le persone diventeranno povere, il livello di criminalità aumenterà di nuovo e torneremo punto e a capo con i nostri problemi interni fino al raggiungimento di una nuova stabilità. Ma credo che Putin abbia capito questo pericolo, perché vedo che dimostra grande disponibilità per il mondo degli affari. Ha iniziato a farlo dal 2021. Ha capito i danni provocati dal Covid-19 alle aziende e le ha aiutate molto. Soprattutto, per le aziende IT, riducendo le tasse per loro. Ha poi annunciato molte azioni: ad esempio, promettendo che le medesime aziende IT saranno completamente esenti da tasse nel prossimo futuro. Questo può fare la differenza e influirà molto sulle persone della classe media. Posso dire che in tutti questi anni di sua presidenza non aveva fatto mai niente di simile per la gente comune come fa adesso. E non solo per i russi. Ad esempio, attualmente i rifugiati del Donbass ricevono 10.000 rubli ogni mese. Questo è molto poco, ed è estremamente difficile sopravvivere con questi pochi soldi, quasi impossibile. Pertanto, Putin ha annunciato che d’ora in poi i rifugiati riceveranno 40.000 rubli a persona in un mese. Questo è approssimativamente il salario medio in Russia. Così, ad esempio, una famiglia di tre adulti e un bambino riceverà 120.000 rubli di sussidi ogni mese. Secondo i nostri standard, questo è un aiuto più che decoroso. La stragrande maggioranza dei russi con tali famiglie vive normalmente con un totale di 50-60 mila rubli, due volte inferiore.

Non so cosa accadrà, ma sto cercando di sembrare positivo su quanto sta succedendo. Non posso cambiare quello che è già successo, ma cercherò di fare del mio meglio per adattarmi il più rapidamente possibile alla realtà e usare il mio cervello e la mia esperienza per garantire una vita tranquilla e senza pensieri alla mia famiglia nel miglior modo possibile.

Condividi!

5 thoughts on “IL PUNTO DI VISTA DEI RUSSI

  1. Mi convince su tutto tranne che per un punto: ” Gli USA ricevono il supporto delle persone, perché si preoccupano davvero dei cittadini statunitensi. Fattore molto importante, questo, perché stimola un alto livello di autocoscienza pubblica”.
    Il governo USA non si preoccupa affatto dei cittadini statunitensi. Da una pubblicazione governativa USA: “In 2020, there were 37.2 million people in poverty, approximately 3.3 million more than in 2019.
    Between 2019 and 2020, the poverty rate increased for non-Hispanic Whites and Hispanics. Among non-Hispanic Whites, 8.2 percent were in poverty in 2020, while Hispanics had a poverty rate of 17.0 percent. Among the major racial groups examined in this report, Blacks had the highest poverty rate (19.5 percent).
    “The U.S. stands out from many countries in not offering universal health insurance coverage. Fifty million people, 16% of the U.S. population, lack insurance coverage. Medical expenditures such as pharmaceuticals and medical supplies have increasingly become unaffordable for marginalized communities. Therefore, paying medical bills and other medical costs have become high out-of-pocket expenses. Deprived communities continue to lack access to primary healthcare services and rely on emergency departments to treat chronic diseases and preventive care”.

    “Alto livello di autocoscienza pubblica”? Che cosa significa?

    1. Le considerazioni non sono mie, come dovrebbe essere chiaro, ma di un utente russo di un forum in un dialogo con un canadese su un thread “Russia has attacked Ucraina”
      Nella traduzione dall’inglese in molti casi mi è risultato agevole riportare esattamente il suo pensiero, in altri casi meno ed in questi ho preferito lasciare intatto il significato letterale delle parole da lui utilizzate.
      Con “autocoscienza pubblica” credo facesse riferimento al sostegno che la popolazione offre a decisioni del suo Governo (USA, in questo caso) in momenti del genere (guerre, possibili sacrifici, ecc.) da lui posto in contrapposizione con quanto è avvenuto in Russia dove sarebbe mancato fino ad ora la stretta sinergia che, sempre secondo l’utente, conferisce maggior forza diplomatica a quelle decisioni – nel senso che ne agevola l’approvazione da parte del resto del mondo in assenza di contrapposizioni interne
      Ovviamente io non commento perché la paternità di quelle affermazioni non è mia in alcun modo e non intendevo prendere posizione in nessun senso nel rieditarle.

    2. Forse voleva solo allentare i contrasti. in USA il tasso di povertà è criminalità e alto e sono d’accordo che il governo non abbia nulla di assistenziale nei confronti della popolazione a partire dalla condizione sanitaria visto e considerato che il denaro è tutto così come scritto sulle banconote del dollaro: In God We Trust…. Il Dio denaro.

  2. Le considerazioni non sono mie, come dovrebbe essere chiaro, ma di un utente russo di un forum in un dialogo con un canadese su un thread “Russia has attacked Ucraina”
    Nella traduzione dall’inglese in molti casi mi è risultato agevole riportare esattamente il suo pensiero, in altri casi meno ed in questi ho preferito lasciare intatto il significato letterale delle parole da lui utilizzate.
    Con “autocoscienza pubblica” credo facesse riferimento al sostegno che la popolazione offre a decisioni del suo Governo (USA, in questo caso) in momenti del genere (guerre, possibili sacrifici, ecc.) da lui posto in contrapposizione con quanto è avvenuto in Russia dove sarebbe mancato fino ad ora la stretta sinergia che, sempre secondo l’utente, conferisce maggior forza diplomatica a quelle decisioni – nel senso che ne agevola l’approvazione da parte del resto del mondo in assenza di contrapposizioni interne
    Ovviamente io non commento perché la paternità di quelle affermazioni non è mia in alcun modo e non intendevo prendere posizione in nessun senso nel rieditarle.

  3. Mi sembra un bellissimo e profondo discorso ,fatto con semplicità e passione, credo solo che abbia trascurato di valutare le forze negative al comando degli USA e della UE, l’avidità, la corruzione, la mancanza di obiettivi e di progetti per il nostro futuro. Mi sento quasi di invidiarlo, siamo pieni di livore e di fuffa, tutti appecoronati. Gli auguro e mi auguro che tutto vada per il meglio!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *