TESLA RIDIMENSIONA L’INVESTIMENTO NELLA GIGAFACTORY DI BERLINO. CONQUISTATA DAGLI INCENTIVI USA

0

Tesla concentrerà la produzione di celle negli Stati Uniti alla luce degli incentivi fiscali previsti dall’Inflation Reduction Act (IRA), ha detto mercoledì un portavoce. Il produttore statunitense di veicoli elettrici si sta inoltre preparando a trasferire negli Stati Uniti alcuni componenti delle celle, come gli elettrodi, dal suo sito di Grünheide, nello stato del Brandeburgo. Primi segnali della de-industrializzazione che attende l’Europa, conseguenza della sua folle politica di transizione energetica, aggravata dall’altrettanto suicida politica di decoupling dall’energia a buon mercato dalla Russia.

In foto auto modello Y durante la cerimonia di apertura della nuova Tesla Gigafactory per auto elettriche a Grünheide, Germania, 22 marzo 2022. Patrick Pleul/Pool via REUTERS/File Photo

Fonte: Reuters

https://www.reuters.com/technology/tesla-scales-back-german-battery-plans-won-over-by-us-incentives-2023-02-21/


Tesla ha sospeso i piani per la produzione di intere batterie nel Brandeburgo, in Germania, e effettuerà invece alcune fasi di produzione negli Stati Uniti, dove gli incentivi fiscali sono più favorevoli, ha affermato martedì il ministero dell’Economia del Brandeburgo.

La casa automobilistica statunitense aveva inizialmente pianificato di produrre la batteria completa presso il sito di Grünheide in Germania, con una capacità di picco di oltre 50 gigawattora all’anno. Ma con gli Stati Uniti che offrono ai produttori di veicoli elettrici l’approvvigionamento di batterie all’interno degli Stati Uniti, agevolazioni fiscali e sconti per i consumatori, la società ha cambiato rotta.

“Tesla ha avviato la produzione di sistemi di batterie a Grünheide e si sta preparando a produrre componenti delle celle della batteria. La società ha dato la priorità a ulteriori fasi di produzione negli Stati Uniti perché gli incentivi fiscali rendono le condizioni commerciali più favorevoli lì”, ha dichiarato il ministero dell’Economia del Brandeburgo in una nota. Tesla non ha risposto alle richieste di commento.

L’amministratore delegato Elon Musk ha dichiarato nel marzo 2022 che l’impianto di batterie avrebbe raggiunto la produzione in serie entro la fine del 2023, ma l’impianto e il sito di produzione di automobili hanno raggiunto i loro obiettivi più tardi del previsto. Nel 2020, Musk ha affermato che la gigafactory di Berlino sarebbe stata la più grande fabbrica di batterie al mondo.

Tesla ha avuto difficoltà ad incrementare la produzione di celle per la batteria 4680 nei suoi stabilimenti di Fremont, in California, e Austin, in Texas, che gli esperti hanno attribuito a tecnologie nuove e non provate che la società ha avuto problemi a scalare. Alla fine di gennaio, Tesla ha annunciato che avrebbe investito più di 3,6 miliardi di dollari per espandere il suo complesso di gigafactory del Nevada con due nuovi stabilimenti, uno per produrre in serie il suo camion semi-elettrico a lungo ritardato e l’altro per realizzare la sua nuova batteria 4680.


Canale Telegram | Portale web | Ultim’ora in pillole

Telegram | Portale | Ultim'ora | Twitter | Instagram | Truth Social | Odysee

Condividi!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *