BRASILE. MINISTRO DEL TSE CONSIDERA CHIUSURA DI TELEGRAM

Fonte: Valor Econômico


Con argomenti analoghi a quelli finora avanzati in Germania dal ministro della giustizia Marco Buschmann e dal ministro dell’interno Nancy Faeser, il presidente del Tribunal Superior Eleitoral (TSE), Luís Roberto Barroso, ha reso noto che discuterà con gli altri membri della corte la possibilità di adottare misure nei confronti di Telegram. Barroso avrebbe già discusso l’argomento internamente con i futuri presidenti del TSE, Edson Fachin e Alexandre de Moraes, avanzando tra le varie possibilità anche la chiusura della piattaforma.

Secondo i membri del TSE, Telegram è molto utilizzato da gruppi legati al presidente Bolsonaro e sarebbe un veicolo di diffusione di disinformazione e teorie complottiste sul sistema elettorale. In una nota rilasciata ieri, Barroso afferma che “nessun soggetto rilevante nel processo elettorale del 2022 può operare in Brasile senza un’adeguata rappresentanza giuridica, responsabile per l’adempimento della legislazione nazionale e delle decisioni giudiziarie”. Barroso avrebbe scritto al direttore esecutivo di Telegram, Pavel Durov, chiedendo una riunione per discutere alcune misure da adottare, ma la lettera inviata alla sede di Telegram negli Emirati Arabi non sarebbe mai stata ricevuta dal destinatario.

Condividi!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.